"Benefici del training autogeno respiratorio (RAT)"

Nella vita di una donna la nascita di un figlio è un evento importantissimo. Quando il momento del parto sta per avvicinarsi è normale avere ansia, nervosismo e timore. Queste emozioni sono assolutamente legittime ma se dovessero sopraffare il travaglio potrebbe essere più faticoso e doloroso.
Per tenere sotto controllo la tensione rilassandosi -da anni in tutto il mondo viene praticato il training autogeno respiratorio ‘’RAT’’ ,un modo per la futura mamma per gestire l’ansia e la paura che accompagnano l’intero processo del travaglio
.2

Il RAT è una tecnica di rilassamento: la tecnica consiste in una serie di esercizi di concentrazione allo scopo di ottenere un generale stato di rilassamento sia a livello fisico che psichico.
Gli esercizi di concentrazione sono particolarmente studiati e concatenati allo scopo di portare delle reali modifiche corporee che a loro volta sono in grado di  influenzare  la sfera psichica dell’individuo, la distensione corporea produce distensione psichica.
14

Il RAT  va in senso contrario agli effetti dello stress, produce un profondo stato di calma e tranquillità che interessa non solo il corpo ma anche la sfera emotiva, aiuta a percepire il dolore meno intenso pur non cancellando la fonte del dolore, per raggiungere questo stato generale di calma psicofisico è necessario l’ allenamento, facendo gli esercizi.
Oggi il RAT associato ad altre tecniche e attività psiche - educative è la forza  più diffusa di preparazione e di assistenza psicologica al parto adottata nel nostro paese.
Il RAT comprende 7 esercizi che integrano tecniche respiratorie ,esercizi di rilassamento progressivo e tecniche immaginative. Oggi viene usato per fornire aiuto al momento del travaglio, durante la gravidanza permette di attenuare le oscillazioni degli stati  emotivi di umore della futura mamma  che accompagnano spesso tutto il periodo della gravidanza ma anche le fasi che seguono il parto, svolgendo un’azione di protezione e di prevenzione delle problematiche più serie come i disturbi di ansia della gestante e la depressione post - partum.
Il RAT riduce tutti i disturbi della gravidanza che hanno una componente psicologica: Nausea, vomito, stitichezza, insonnia, dispnee endogene, tensione emotiva, irritabilità del carattere. Il rilassamento autogeno può influenzare e regolarizzare i rialzi della pressione arteriosa, le tensioni muscolari, la fatica e il dolore del parto.
Il RAT circoscrive i suoi compiti ai problemi del parto lasciando alla donna la più ampia autonomia. E’ durante la preparazione al parto che la donna può prendere coscienza del diritto di essere la protagonista della nascita.
Partorire al buio, al ritmo di una nenia, nel tepore di una vasca d’ acqua, sono gesti che in pratica rinforzano il potere della manualità, la gestione diretta e naturale della donna e del suo parto.

3